COMUNICATO STAMPA : Inclusione, diritto di ogni bambina e bambino

Avevamo salutato con piacere le nuove modalità di iscrizione alla scuola di infanzia introdotte dal Comune di Roma: si rivolgevano a tutte/i i bambini della nostra città anche agli “invisibili”, quelli che vediamo quotidianamente ma sono senza codice fiscale. Esistono ma sono privi di un diritto primario quello di avere un nome.

Si apriva anche a quella platea di donne che non sono occupate ma all’interno di percorsi di formazione come la nostra società complessa propone quotidianamente e non meno bisognose di conciliare i tempi di vita.

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia promette un’interrogazione: il fil rouge che sostiene l’impianto delle critiche è il consueto “prima gli italiani” che smaschera definitivamente ogni affermazione retorica sull’infanzia della destra. Affermano: “La scuola è invece un fondamentale momento di inclusione e di crescita per i nuovi italiani e coloro che si avvicinano e risiedono nel nostro Paese e occorre dare loro strumenti concreti di integrazione, non propaganda.”

Non esistono bambine e bambini di serie A e di serie B ma bambine e bambini che devono poter calpestare con gioia il suolo italiano.

Dove se non a scuola si supera l’emarginazione, si fa la prima esperienza di socialità, si apprende la lingua?

Praticare dai primissimi anni una convivenza positiva è il miglior investimento contro comportamenti divergenti: dopo non resta, ed è cronaca dei nostri giorni, che invocare repressione ed esclusione.

Il Coordinamento Genitori Democratici manifesta tutta la sua solidarietà all’assessora Pratelli e difenderà questa visione rispettosa dell’infanzia e dei suoi diritti.

Roma 12 gennaio 2023

COORDINAMENTO GENITORI DEMOCRATICI

About the author /


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie dai CGD locali

RIFLESSIONI DI FRANCO LORENZONI PER SALTAMURI SU : IUS SCHOLAE
Posted in: Attività Cgd Locali

E’ approdato ieri alla Camera lo Ius Scholae, una legge molto moderata sulla cittadinanza ai figli di famiglie immigrate, che può tuttavia aprire il varco al diritto inalienabile di ragazze e ragazzi di ogni provenienza a sentirsi di casa in Italia. Nonostante i limiti della proposta dell’onorevole Brescia, dobbiamo mobilitarci di nuovo perché entro questa […]

Read More

Flickr

    Contatti CGD

    Il Coordinamento Genitori Democratici è una ONLUS fondata nel 1976 da Marisa Musu e Gianni Rodari sull'onda dei movimenti di partecipazione e di rinnovamento democratico delle istituzioni tradizionali. Trovate maggiori informazioni in CHI SIAMO

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: