COMUNICATO STAMPA Coordinamento Laicità, scuola,salute ( il CGD ne fa parte):*Educazione civica, legge ignora Convenzione Istanbul e linee guida OMS*


Impossibile costruire solide competenze sociali senza affrontare i
temi del rispetto, della parità di genere e del rapporto con il proprio corpo. Ignorate la Convenzione di Instanbul e le linee guida
dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sull’educazione sessuale. 

L’approvazione definitiva della legge sull’educazione civica
rappresenta una grande occasione persa da parte del nostro Paese
per ridurre il ritardo strutturale con gli altri Paesi europei
sull’educazione al rispetto, alla parità di genere e alla sessualità. 
Hanno trovato spazio, giustamente,  l’educazione stradale,
ambientare, alimentare. Nessuna menzione, tuttavia,
sull’educazione sessuale e alle differenze.
Sebbene il provvedimento preveda sulla carta contenuti importanti ai fini dello sviluppo delle competenze sociali di cittadinanza, sono
almeno due le criticità che potevano essere evitate.  Da un lato
parliamo di una legge senza finanziamenti, senza un piano
dettagliato per la gestione concreta di tutti gli insegnamenti proposti in sole 33 ore annue e senza un programma di formazione dei
docenti. Dall’altro, cosa più grave, l’aver completamente ignorato il
percorso già realizzato in precedenza dal MIUR con il piano
nazionale sulla parità di genere e l’educazione al rispetto che si
poneva l’obiettivo di attuare la Convenzione di Istanbul contro la
violenza sulle donne. 

E’ impossibile costruire competenze sociali solide senza affrontare i
temi del rispetto, della parità di genere e del rapporto con il proprio corpo. A dirlo è l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nelle linee
guida pubblicate già nel 2011. 
In tutta Europa infatti, l’educazione di genere va di pari passo con
l’educazione sessuale. Uniche eccezioni: Bulgaria, Lituania, Romania
Cipro e Polonia. 
Allo stesso modo, è impossibile contrastare il cyberbullismo senza
intervenire in maniera concreta sul piano della prevenzione, che è
strettamente legata a queste tematiche. 
In un Paese in cui i dati sul femminicidio, sull’omofobia, sul discorso d’odio e sulla diffusione delle infezioni a trasmissione sessuale sono sempre più allarmanti, è grottesco che il reinserimento
dell’educazione civica ignori in questo modo la salute, i diritti e il benessere psicofisico delle nuove generazioni.

About the author /


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie dai CGD locali

Un contributo dal CGD di Modena “Riapertura a settembre: quale scuola?”
Posted in: Attività Cgd Locali

In previsione di una auspicabile riapertura delle scuole a settembre 2020, in questo momento formidabile che ci vede tutti coinvolti come mai prima d’ora a ripensare i nostri stili di vita e a ripensarli in modo più responsabile, equo e sostenibile, vogliamo dare come genitori il nostro peculiare contributo al lavoro di chi, al Governo, […]

Read More

Flickr

    Contatti CGD

    Il Coordinamento Genitori Democratici è una ONLUS fondata nel 1976 da Marisa Musu e Gianni Rodari sull'onda dei movimenti di partecipazione e di rinnovamento democratico delle istituzioni tradizionali. Trovate maggiori informazioni in CHI SIAMO

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: