COMUNICATO STAMPA CGD NAZIONALE SU NOTA 1° SETTEMBRE DEL CAPO DIPARTIMENTO MI

La Legge n. 41 del 6 giugno 2020 aveva realizzato una piccola e grande riforma.

Erano stati reintrodotti nella scuola primaria i giudizi descrittivi al posto dei voti in decimi.

Questo faceva sperare che già da quest’anno scolastico si cominciasse a lavorare per una valutazione scolastica più attenta ai processi di apprendimento degli alunni e in grado di fornire a loro e ai genitori una rappresentazione più chiara dei progressi realizzati, dei punti di forza e delle difficoltà da superare.

Di fronte a questa apertura del Parlamento la nota del 1° settembre del Capo dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione disorienta, sconcerta e fa sorgere molte considerazioni critiche:

GENITORI ED ALUNNI RICEVERANNO A FINE DEL PRIMO TRIMESTRE LA TRADIZIONALE PAGELLA CHE SI ESPRIME IN VOTI NELLE SINGOLE DISCIPLINE, PER PASSARE A FINE ANNO ALLA LETTURA DI UN GIUDIZIO DESCRITTIVO!!!

In quella Nota, infatti, non c’è traccia di una prospettiva pedagogica che emancipi la valutazione a scuola dal puro atto amministrativo e la reinserisca nella complessiva attività di programmazione didattica svolta dai docenti.

Ma, soprattutto, quella Nota prospetta a genitori e docenti uno scenario nel quale si sovrappongono e finiscono per confondersi votazioni numeriche e giudizi descrittivi e introduce perciò nella comunicazione tra scuola e famiglie elementi di confusione di cui non sia avvertiva la necessità proprio in questo momento.

I vertici ministeriali e le forze politiche che hanno approvato la riforma dovranno chiedersi se e in che misura lo spirito innovativo che li ha sostenuti stia trovando corrispondenza in questa successiva attuazione amministrativa e se non debbano invece tornare a coinvolgersi ancora una volta per ribadire le ragioni che dovrebbero spingere a lavorare per una scuola pubblica sempre più inclusiva e di qualità.

COORDINAMENTO GENITORI DEMOCRATICI

About the author /


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie dai CGD locali

Un contributo dal CGD di Modena “Riapertura a settembre: quale scuola?”
Posted in: Attività Cgd Locali

In previsione di una auspicabile riapertura delle scuole a settembre 2020, in questo momento formidabile che ci vede tutti coinvolti come mai prima d’ora a ripensare i nostri stili di vita e a ripensarli in modo più responsabile, equo e sostenibile, vogliamo dare come genitori il nostro peculiare contributo al lavoro di chi, al Governo, […]

Read More

Flickr

    Contatti CGD

    Il Coordinamento Genitori Democratici è una ONLUS fondata nel 1976 da Marisa Musu e Gianni Rodari sull'onda dei movimenti di partecipazione e di rinnovamento democratico delle istituzioni tradizionali. Trovate maggiori informazioni in CHI SIAMO

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: