ANCHE LA SCUOLA NEL MIRINO DEL DECRETO SICUREZZA

Credere che l’intervento della polizia nelle scuole possa risolvere il drammatico fenomeno della droga non solo è illusorio ma appare  una rinuncia pericolosa: la prevenzione, l’informazione, l’attenta vigilanza ed attenzione del mondo adulto sono le strade da percorrere!  E questi sono  compiti della scuola e della famiglia, non delegabili certo alla forza pubblica.

La scuola non è il luogo della paura ma del confronto, del colloquio, della partecipazione, per sostenere ed aiutare i giovani, per questo non reprime ma educa, non punisce ma previene.

Non ci piace una società che spinge all’esclusione, che colpisce i più deboli, che arma i cittadini per una giustizia “fai da te”.

Gli esempi di Lodi e prima di Monfalcone non debbono essere dimenticati, così come non va dimenticata la forte reazione della società civile che si è opposta con forza a difesa dei diritti di tutti quei bambini.

Il CGD starà sempre da quella parte, per quella scuola di tutti e per tutti

Coordinamento Genitori Democratici CGD

Tagged with:    

About the author /


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie dai CGD locali

RIFLESSIONI DI FRANCO LORENZONI PER SALTAMURI SU : IUS SCHOLAE
Posted in: Attività Cgd Locali

E’ approdato ieri alla Camera lo Ius Scholae, una legge molto moderata sulla cittadinanza ai figli di famiglie immigrate, che può tuttavia aprire il varco al diritto inalienabile di ragazze e ragazzi di ogni provenienza a sentirsi di casa in Italia. Nonostante i limiti della proposta dell’onorevole Brescia, dobbiamo mobilitarci di nuovo perché entro questa […]

Read More

Flickr

    Contatti CGD

    Il Coordinamento Genitori Democratici è una ONLUS fondata nel 1976 da Marisa Musu e Gianni Rodari sull'onda dei movimenti di partecipazione e di rinnovamento democratico delle istituzioni tradizionali. Trovate maggiori informazioni in CHI SIAMO

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: