I BAMBINI NON DEVONO STARE IN CARCERE.

Ciò che è acaduto nel carcere di Rebibbia, a Roma, ci obbliga a chiederci: cosa ci facevano due bambini così piccoli in un carcere? Come è possibile che un ordinamento penale possa consentire questo?

Sono ancora molti, troppi i bambini che vivono in una situazione di “detenzione”, privati dei loro diritti fondamentali, sanciti dalla nostra Costituzione ( Articolo 31, comma 2), dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo e dall’ articolo 24, comma 2, della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e, non ultimo,  dalla Legge italiana  62/2011 che vieta la carcerazione di madri con figli di età fino a 6 anni.

Troppe le criticità che permangono e che fanno prevalere la logica della sicurezza rispetto all’impatto devastante che la detenzione comporta per un bambino, sotto il profilo emotivo, sociale, relazionale, fisico e psicologico.

Non è accettabile che anche un solo bambino varchi la soglia di un carcere e vi debba crescere anche per un solo giorno.

“L’interesse superiore del bambino deve essere considerato preminente”, questo viene scritto e questo viene ignorato.

Una Stato che dimentica principi umanitari basilari e consente che siano i bambini a pagarne il prezzo, dovrebbe interrogarsi, intervenire immediatamente su analoghi casi, ancora esistenti, e lavorare su una  reale riforma del sistema carcerario.

Il Coordinamento Genitori Democratici sta e starà sempre dalla parte dei bambini, in ogni circostanza, contro ogni scelta che possa far dimenticare o mettere in subordine i loro diritti.

21 SETTEMBRE 2018

COORDINAMENTO GENITORI DEMOCRATICI

Tagged with:    

About the author /


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie dai CGD locali

RIFLESSIONI DI FRANCO LORENZONI PER SALTAMURI SU : IUS SCHOLAE
Posted in: Attività Cgd Locali

E’ approdato ieri alla Camera lo Ius Scholae, una legge molto moderata sulla cittadinanza ai figli di famiglie immigrate, che può tuttavia aprire il varco al diritto inalienabile di ragazze e ragazzi di ogni provenienza a sentirsi di casa in Italia. Nonostante i limiti della proposta dell’onorevole Brescia, dobbiamo mobilitarci di nuovo perché entro questa […]

Read More

Flickr

    Contatti CGD

    Il Coordinamento Genitori Democratici è una ONLUS fondata nel 1976 da Marisa Musu e Gianni Rodari sull'onda dei movimenti di partecipazione e di rinnovamento democratico delle istituzioni tradizionali. Trovate maggiori informazioni in CHI SIAMO

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: