COMUNICATO STAMPA DEL CGD NAZIONALE SUGLI ORGANICI DELLE SCUOLE….E’ QUESTA LA “BUONA SCUOLA”?…..

 

studenti grandiDa settimane la nostra associazione raccoglie, dai diversi territori del Paese, le preoccupazioni e le ansie di molti genitori disorientati di fronte al perdurare della incompletezza e precarietà degli organici delle scuole di ogni ordine e grado. Molte scuole, trascorso ormai un mese dall’inizio delle lezioni, non riescono a garantire l’orario scolastico previsto per legge e continuano ad offrire un servizio parziale ed insufficiente ad alunni e ai loro genitori. Questa situazione non risparmia neanche i bambini della scuola dell’infanzia, spesso con pesanti ripercussioni sulle famiglie che devono conciliare i tempi di vita e di lavoro. La situazione degli organici per il sostegno agli alunni diversamente abili presenta una specifica criticità : il numero di insegnanti nominati, così distante dal fabbisogno reale delle scuole, impedisce una efficace integrazione. Si arriva al paradosso in cui, in alcuni casi, si consigliano le famiglie di tenere i ragazzi a casa. Molte scuole si stanno adoperando per la riduzione del danno ma spesso non si riesce a fare altro che suddividere i ragazzi senza insegnante in altre classi con gli ovvi problemi derivanti. Leggiamo sui giornali le addotte motivazioni di questa situazione :tempi del concorso dilatati, piano straordinario di trasferimenti, assegnazioni provvisorie, chiamata diretta come previsto dalla legge 107/2015; ma in realtà non abbiamo comunicazioni ufficiali da parte del Ministero che ci dicano quando la situazione potrà normalizzarsi. Forte è il timore che molti dei docenti che hanno preso servizio in questi giorni, possano essere nuovamente trasferiti o sostituiti nei prossimi mesi. Ci chiediamo come si pensi di recuperare tutte le ore di lezione perse in queste settimane, sapendo che, se non si interverrà, a farne le spese saranno tutti i ragazzi e specialmente quelli più deboli che faticheranno a recuperare le ore di lezione perse. Vogliamo sapere quali correttivi e provvedimenti il MIUR intenda mettere in atto per modificare la procedura utilizzata quest`’anno per le assegnazioni delle cattedre, in modo da avere garanzia che non si ripeta analoga situazione e che il diritto allo studio dei nostri ragazzi non venga calpestato !

Roma, 11 ottobre 2016.

F.to COORDINAMENTO GENITORI DEMOCRATICI APS

Tagged with:    

About the author /


Notizie dai CGD locali

Flickr

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: