Sottoscritto protocollo tra l’Authority e il CNU (Consiglio Nazionale degli Utenti), insieme a A.N.E.C, A.N.E.M. e A.N.I.C.A. per salvaguardare i bambini dalla visione di contenuti cinematografici non idonei.

 

La collaborazione tra i firmatari, che ha portato all’accordo, si è avviata lo scorso anno, su iniziativa dell’Authority, con l’apertura di un tavolo di confronto. Obiettivo del protocollo è quello di  evitare che i più giovani frequentatori delle sale cinematografiche si trovino a confrontarsi con contenuti non adatti, in particolare per quanto riguarda la proiezione dei trailer. La prossimità delle feste natalizie rinforza l’importanza di questa iniziativa perché coincide con il periodo in cui i film per famiglie registrano il 30% degli incassi annui.

Sono tantissime le segnalazioni giunte, in questi anni, alla nostra Authority, da parte di genitori allarmati dalla facilità con cui i bambini, attraverso i vari media, si trovano a confrontarsi con immagini e messaggi inadeguati alla loro età – dichiara Vincenzo SpadaforaAutorità garante per l’infanzia e l’adolescenza -. Evitare che, durante la proiezione di film destinati ai più piccoli, vengano trasmessi trailer non adatti ai bambini è un impegno necessario per garantire loro la massima serenità in un luogo di cultura, svago e condivisione, quale il cinema. In quanto adulti  abbiamo la responsabilità di tutelare i bambini in ogni momento della loro vita quotidiana  – conclude Spadaforae la firma di questo protocollo segna una nuova tappa  in questa direzione”.

I firmatari del documento si impegneranno: a promuovere l’adozione di un bollino di qualità che certificherà l’adesione all’iniziativa da parte delle sale cinematografiche, a pubblicare l’elenco completo di quelle “amiche dei bambini”, e a verificare l’effettivo rispetto dell’impegno preso attraverso un monitoraggio costante e la valutazione delle segnalazioni degli utenti e delle associazioni di tutela.

 “Il Consiglio Nazionale degli Utenti saluta con grande favore il protocollo d’intesa sottoscritto da produttori, distributori ed esercenti a non trasmettere trailer inadatti durante la proiezione di film dedicati ai piccoli spettatori – afferma Angela Nava, Presidente del CNU -, un primo passo verso un impegno reale e condiviso per la tutela dovuta ai bambini”

“Il protocollo appena siglato – sottolineano le associazioni dell’esercizio cinematografico  ANEC, ANEM e ACEC – è un segnale importante per la difesa e tutela dei minorenni, e soddisfa l’appello che le Associazioni hanno già lanciato in passato e ripreso nei mesi scorsi. L’esercizio, come sempre, si dimostra la componente più sensibile a questi temi rispetto ad altri media, come televisione e Internet e ,  ancora una volta, interviene a difesa dei valori del pubblico rappresentato dai più giovani, il futuro del nostro Paese, che proprio per questo  è da tutelare in ogni sede”.

 “Abbiamo accolto con favore l’iniziativa dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza – ha dichiarato alla sigla dell’accordo il presidente dei distributori ANICA, Andrea Occhipinti – perché siamo convinti che la tutela dei minorenni sia fondamentale in un paese civile come il nostro e perché il valore formativo del cinema passa anche per il rispetto di ogni singolo spettatore e della sua sensibilità. Un’idonea proposta dei trailer nelle sale costituisce un atto di civiltà che i distributori hanno condiviso immediatamente con l’Autorità e con gli esercenti. E lo strumento scelto, ovvero il bollino di qualità, è un ulteriore importante passo per costruire un rapporto di fiducia con il pubblico, che riteniamo basilare”.  

About the author /


Notizie dai CGD locali

Flickr

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: